Trichodiadema

Posted

Trichodiadema

Il genere Trichodiadema è formato da piccole piante arbustive, che raggiungono circa i 20 cm di altezza. Il fusto è legnoso e tende a ingrossarsi, ramificare e assumere forme particolari e molto decorative.

Dalla parte alta del fusto spuntano foglie rigonfie e allungate di colori che vanno dal grigio-verde al verde intenso secondo la specie. Dalla sommità di ciascuna foglia spuntano una serie di setole bianche e allungate che sono una delle caratteristiche principali di questo genere e che gli danno il nome di Trichodiadema (letteralmente, una “corona di peli”). Ricordano, come aspetto, le areole di spine che si trovano sulle cactacee.

I fiori sono margheriformi, con petali stretti e lunghi. Le loro colorazioni vanno dal giallo al rosato al rosso scuro; generalmente sono di un fucsia acceso. Spuntano da primavera inoltrata fino all’inizio dell’estate.

Con i loro fusti legnosi, simili a piccoli tronchi, e le splendide foglie i Trichodiadema sembrano dei bonsai naturali e anche per questo sono molto apprezzati dagli appassionati di succulente (e non solo).

ESPOSIZIONE: Scegliere una posizione in pieno sole, ma riparata dai raggi diretti nelle ore più calde del giorno.

TEMPERATURA: Sono piante amanti del caldo e che reggono male le basse temperature. Mantenere i Trichodiadema sopra i 6-8°C.

INNAFFIATURE: Innaffiare con regolarità ogni 3-4 giorni in primavera ed estate, facendo una particolare attenzione a lasciar seccare bene il terreno fra una bagnatura e l’altra per evitare il rischio di marciume.

TERRENO: I Trichodiadema non sono piante molto esigenti come terreno, ma è essenziale che il substrato sia molto drenante. Può essere utilizzata una composta per cactacee, arricchita con poca torba.

CONCIMAZIONE: Concimare una volta al mese durante il periodo vegetativo.

Disponibile in vaso Ø18 basket.